Giovani Comunisti/e circolo "Peppino Impastato" - Partinico (PA)                         

Circolo di Partinico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

13/08/2006

Presidio dei Giovani Comunisti/e per la pace in medioriente Piazza Duomo ore 18:30 Partinico.

Con Angelo Frammartino nel Cuore

>>>>>> le foto

 

14/07/2006

Venerdì 14 luglio 2006 h 20 Cooperativa NoE Conferenza di Circolo dei Giovani Comunisti/e

Si svolgerà venerdì 14 luglio 2006 presso il bene confiscato alla mafia di Contrada Parrini (Cooperativa NoE) la Conferenza dei Giovani Comunisti/e del circolo "Peppino Impastato" di Partinico. I lavori inizieranno alle ore 20.

Audio: intervista di Telejato ad Emiliano Puleo (GC Partinico)

>>>>>> documenti della Conferenza

 

05/04/2006

Assemblea dei Giovani de L’Unione di Partinico

Mercoledì 5 aprile ’06 h 17:00

Sede della Confcommercio Via XVI maggio  (dietro Largo Modica)

Giovani e Politica:

“IL NOSTRO TEMPO E’ QUI E COMINCIA ADESSO”

 

Coordina:

 

Vito Fiorino (giornalista)

 

Intervengono:

 

Alessio Adinolfi (FGS – Rosa nel Pugno)

Carla Campo (Sinistra Giovanile)

Eluisa La Franca (Giovani de La Margherita)

Emiliano Puleo (Giovani Comunisti/e di Rifondazione)

Manfredi Lombardo (candidato alla camera D.S.)

Aldo Penna (Rosa nel Pugno)

Bartolo Fazio (candidato al senato, La Margherita)

Daniela Dioguardi

(capolista alla camera, Rifondazione Comunista)

 

01/04/2006

Distribuzione degli oggetti impresentabili: cartine e preservativi

Sabato 1 aprile in un gazebo posto lungo corso dei Mille i Giovani Comunisti/e del circolo "Peppino Impastato" di Partinico hanno distribuito centinaia di pacchi  di cartine e preservativi. L'iniziativa ha suscitato molto interesse e curiosità tra i giovani partinicesi che in processione si recavano alla stand dei GC. Cartine per dire no al proibizionismo che fa male alla salute e arricchisce le mafie. Preservativi per un'amore sicuro e libero.

Volantino "Amore quello libero"

Volantino "Legalizzare quelle leggere"

 

05/02/2006

In Piazza Duomo distribuito il primo numero del nuovo foglio d'informazione dei Giovani Comunisti/e del circolo "Peppino Impastato" di Partinico

 

28/12/2005

MERCOLEDI' 28 DICEMBRE '05
CORTEO REGIONALE A TRAPANI per il sesto anniversario della strage del Centro di Permanenza Temporanea "Serraino Vulpitta" di Trapani.


Partenza in pullman (messo a disposizione dal circolo "Peppino Impastato" del PRC) da Partinico ore 14:30 da Piazza Duomo

 

info:gcpartinico@email.it

 

23/12/2005

Venerdì 23 dicembre 2005 h 18:00 proiezione del

film-inchiesta

"Mare nostrum"

Nella notte fra il 28 e il 29 dicembre del 1999 nel Centro di Permanenza Temporanea di Trapani, il Serraino Vulpitta, dopo l’ennesimo tentativo di fuga da quel lager, un rogo brucia vivi 6 ragazzi tunisini(tre muoiono subito, gli altri moriranno all’ospedale a causa delle ustioni riportate).Per ricordare quella strage e capire cosa sono realmente i CPT e la legge Bossi-Fini, quest’anno abbiamo deciso di proiettare il documentario “Mare Nostrum”. Nella notte fra il 28 e il 29 dicembre del 1999 nel Centro di Permanenza Temporanea di Trapani, il Serraino Vulpitta, dopo l’ennesimo tentativo di fuga da quel lager, un rogo brucia vivi 6 ragazzi tunisini(tre muoiono subito, gli altri moriranno all’ospedale a causa delle ustioni riportate).Per ricordare quella strage e capire cosa sono realmente i CPT e la legge Bossi-Fini, quest’anno abbiamo deciso di proiettare il documentario “Mare Nostrum”.
“Mare nostrum” è un film-inchiesta che mette a nudo alcuni aspetti dell'incostituzionalità della legge sull'immigrazione (la 189 del 30 luglio 2002) detta Bossi-Fini-Mantovano.
Alcune immagini di questo film hanno permesso alla magistratura salentina di istruire un processo contro i gestori di un "Centro di permanenza temporanea" gestito dalla Curia arcivescovile di Lecce, la Fondazione "Regina Pacis".Realizzato e prodotto da Stefano Mencherini, il documentario e' un viaggio in presa diretta nell'Italia dei diritti negati agli stranieri. Il film con la "Strage del Venerdì Santo", dove morirono in mare a causa di una collisione con una imbarcazione della Marina militare oltre 80 albanesi che tentavano di raggiungere le nostre coste con l'ennesima carretta del mare, la Kater I Rades. Era il 1997. Mare nostrum continua raccontando l'arrivo dei "clandestini" nel "Centro di Permanenza Temporanea" Fondazione Regina Pacis, San Foca, Lecce. Una specie di Guantanamo nostrana dove le immagini di questo film, insieme ad un esposto presentato da alcuni cittadini leccesi e alle denunce di alcuni migranti, hanno permesso l'apertura di un processo che farà luce su sevizie e torture che sarebbero state inflitte da 7 operatori e 11 carabinieri ai migranti internati con la complicità di due medici. Il primo ad essere iscritto nel registro degli indagati e a finire alla sbarra e' stato il segretario particolare dell'arcivescovo Cosmo Ruppi, don Cesare Lodeserto, direttore del Cpt di San Foca. A denunciare "la vergogna della Bossi-Fini-Mantovano e dei Centri di permanenza temporanea" e' don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, associazione contro le mafie. Il film continua tra la negazione del diritto alla difesa e di quello alla salute. A Cagliari, una ragazza nigeriana di 24 anni viene violentata da tre italiani, li denuncia e sul letto d'ospedale si vede arrivare il "decreto di espulsione".Ma nel film-denuncia c'e' anche un affresco della quotidianità dei "regolari", quelli che il permesso di soggiorno possono averlo, ma che di fatto vivono come clandestini a causa dell'iniquità e dei ritardi applicativi della legge.

25/11/2005

Sciopero Generale

Oggi oltre 400 ragazzi organizzati dai Giovani Comunisti/e e dai collettivi studenteschi si sono recati a Palermo, con otto autobus messi a disposizione dalla CGIL locale, per lo Sciopero Generale per manifestare contro il carovita e precarietà, ma anche per rivendicare una scuola pubblica e per dire no alla riforma Moratti. Il corteo si mosso da Piazza Croci alle 10 circa per giungere a Piazza Politeama dove si è tenuto un comizio con il segretario generale della UIL Angeletti.Buona la partecipazione, circa 20 mila persone, come numeroso era lo spezzone dei Giovani Comunisti/e animato da un allegro sound system.

 

25/11/2005

VENERDI’ 25 NOVEMBRE ‘05 PROIEZIONE DELLA VIDEO-INCHIESTA   "LA STRAGE NASCOSTA" di Sigfrido Ranucci PRESSO LA SEDE DEL PRC, VIA FERRARA, 6 PARTINICO

"Ho sentito io l'ordine di fare attenzione perché veniva usato il fosforo bianco su Fallujah . Nel gergo militare viene chiamato Willy Pete. Il fosforo brucia i corpi, addirittura li scioglie".

È questa la tremenda testimonianza di Jeff Englehart, veterano della guerra in Iraq. "Ho visto i corpi bruciati di donne e bambini - ha aggiunto l'ex militare statunitense - il fosforo esplode e forma una nuvola, chi si trova nel raggio di 150 metri è spacciato".

 Testimoni hanno visto "una pioggia di sostanze incendiarie di vario colore che, quando colpivano, bruciavano le persone e anche quelli che non erano colpiti avevano difficoltà a respirare", racconta Mohamad Tareq al-Deraji, direttore del centro studi per i diritti umani di Fallujah.

 

11/08/05          ore 19 Campo della legalità – canale Maltempo

"Una storia infinita: la distilleria Bertolino"

Dall’occupazione della distilleria al campo della legalità.

Testimonianze di :

Toti Costanzo (segretario del Partito della Rifondazione Comunista)

Piero Ciravolo (Coordinatore del Patto della salute e ambiente)

Simone Giacopelli (Partito dei Comunisti Italiani)

Gino Scasso (Presidente di Legambiente Partinico)

Coordinano i lavori:

Antonella Ferrara e Roberto Vitale (redazione di Telejato)

  segue dibattito

Organizzano:

Patto per la salute e ambiente “Nino Amato”, Partito della Rifondazione Comunista, Giovani Comunisti/e, Legambiente